Coronavirus, Invitalia rimborsa i costi sostenuti per l’acquisto di mascherine, guanti, disinfettanti ecc. Attenzione, il bando sta per scadere

Nuovo bando attivato da Invitalia, consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Al via Impresa SIcura, il nuovo bando attivato da Invitalia che consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica del Coronavirus.

Come specificato dalla stessa invitalia, a tale scopo sono stati disposti ben 50 milioni di euro (fondi Inail, art 43.1 DL Cura Italia del 17 marzo 2020).

Cerchiamo di capire meglio in cosa consiste, cosa può essere rimborsato e a chi è rivolto questo bando.

 

Quali acquisti possono essere rimborsati?

Come viene specificato sul sito Invitalia, Impresa SIcura rimborsa l’acquisto di:

  • Mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • Guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • Dispositivi per protezione oculare;
  • Indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • Calzari e/o sovrascarpe;
  • Cuffie e/o copricapi;
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • Detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente, fino ad un massimo di 150 mila euro per impresa.

 

Come procedere con la richiesta di rimborso?

Il bando di Invitalia prevede 3 fasi:

  • Le imprese interessate dovranno inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, attraverso uno sportello informatico dedicato, raggiungibile dal sito di Invitalia
  • Sullo stesso sito, verrà pubblicato l’elenco delle imprese ammesse alla presentazione della domanda di rimborso.
  • Se ammessi, la domanda potrà essere compilata dal 26 maggio all’11 giugno 2020 sempre attraverso procedura informatica.
  • I rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno

HOME